Cri (Staff) • 22 maggio 2013

Australian Business Number (ABN)

L'argomento di quest'oggi sarà l'Australian Business Number o più comunemente chiamato ABN. Ma cos'è? L'Australian Business Number non è altro che l'equivalente della Partita IVA Italiana.

Ma facciamo un piccolo passo indietro: chi viene in Australia con un visto Working Holiday Visa (se non sapete cos'è questo visto, leggetevi prima il nostro articolo informativo "Come ottenere il visto") si scontra con alcune restrizioni in ambito lavorativo... restrizioni che al momento dell'arrivo non si percepiscono, ma che emergono chiaramente durante i primi colloqui di lavoro.

Infatti una delle prime domande che ti fanno ad un colloquio è: "Che tipo di visto hai?" e quando rispondi: "Ho un Working Holiday Visa", ottieni quasi sempre la risposta: "Ah, quindi in ogni caso tra 6 mesi devo mandarti via. No grazie, ma non mi conviene investire su di te."

Ah ovviamente va detto che questa casistica la puoi ottenere se cerchi un lavoro di un certo livello. Se venite qui con lo scopo di lavorare in un bar o in un ristorante... il problem non si pone (forse). Io scrivo per esperienza personale nel settore IT.

Quindi cosa si può fare per evitare il limite dei 6 mesi? La risposta è proprio l'ABN ed è per questo motivo che l'ho fatto. Nessuno dei miei due datori di lavoro me l'ha ancora chiesto, ma non si sa mai. Inoltre è ottimo per aver ulteriori occasioni.

Tramite l'ABN, sarete a tutti gli effetti dei liberi professionisti e pertanto, non essendo assunti, non avete il limite dei 6 mesi, ma solo quello della durata del visto.

Non solo, il vostro futuro capo sarà ancora più contento di "assumervi" a queste condizioni in quanto la società evita di pagarvi le tasse.

Le tasse... ecco come introdurre un bellissimo argomento.
Anche qui le tasse non mancano... ma è tutto totalmente diverso dall'Italia.
Se non siete forti di cuore, vi sconsiglio vivamente di continuare a leggere l'articolo.

Ecco alcuno dettagli sull'ABN e sulle tasse correlate ad esso:

  • aprire l'ABN è completamente gratuito (si fa online in una mezz'oretta)
  • non comporta l'obbligo di utilizzo
  • paghi le tasse solo se guadagni (non guadagni = non paghi le tasse)
  • paghi le tasse a fasce di guadagno annuale finanziario (da 0 a 18.000 dollari non paghi tasse, oltre i 18.000 dollari si han diversi scaglioni)
  • comporta l'obbligo di avere almeno due clienti (credetemi, è davvero semplicissimo averli)
  • con l'ABN è possibile avere il rimborso di moltissime cose, ad esempio parte dell'affitto o dell'abbonamento dei mezzi pubblici
Cosa dire? Esattamente come in Italia vero?

La soglia delle tasse è identica ad un contratto di tipo "Casual" quindi non si han svantaggi. Con l'ABN, giustamente, non si han ore di ferie e/o malattia, ma questo mi sembra normale. Ma tanto non hai ferie e/o malattia neanche con un contratto "Casual".

Pertanto... detto tutto questo... vi consiglio caldamente di farlo tra le prime cose "burocratiche" del vostro arrivo, subito dopo il TFN, il contro corrente e il numero telefonico (tutti argomenti trattati sul nostro sito).

Fare l'ABN non costa nulla e potete non utilizzarlo, ma almeno non perderete l'occasione di un posto di lavoro se dovessero richiedervelo.

Nota bene:

Per piacere non chiedeteci nulla nello specifico, il nostro articolo è puramente a livello generale per dire: "Ehi esiste l'ABN!".
Per qualsiasi dubbio o chiarimento, consigliamo di chiamare l'ufficio ATO al numero di telefono: 13 28 61. E' possibile richiedere la lingua italiana.
Ci spiace, ma non risponderemo più ai vostri commenti... su quest'argomento.

scritto da Cri (Staff) il 22 maggio 2013 e letto 605 volte